Psicologia della moda

Seguire la moda, perchè essere sempre alla modaQuanto è importante seguire le tendenze della moda, essere originali piuttosto che conformi a dei modelli diffusi dai media e dagli stilisti? Per le donne e per le ragazzine un abito di Valentino, piuttosto che i jeans donna della Met o le scarpe Fornarina sono uno status symbol.
La moda è effimera, una cosa bella che dura poco e per la quale sia uomini che donne sono disposti a spendere a volte anche in modo spropositato, nei casi più estremi lo shopping diventa una dipendenza, unica fonte di piacere.
I meccanismi psicologici di persuasione e condizionamento della moda avvengono in modo inconsapevole.
La moda è un simbolo di una classe sociale. Sono le classi sociali più ricche, i personaggi famosi, che dettano le tendenze dalla moda, e sono poi le classi sociali inferiori ad appropriarsene diffusamente. Quando un capo, un jeans, una pettinatura, sono alla portata di tutti, non sono più di moda e ricomincia la corsa alla nuova tendenza.
Sono soprattutto i giovani a sentire il bisogno di “essere come gli altri”, seguire i modelli, per non essere esclusi dal gruppo.
Le case di moda ogni stagione ripropongono nuovi look che si basano sulla rivisitazione di capi che già esistevano, è quasi impossibile immaginare di creare qualcosa di diverso dalla gonna o dal pantalone, ecco che ad ogni stagione una moda diversa ci dice se indossare minigonna, lunghette, tubino o gonna larga o jeans a vita bassa, alta, stretti, larghi, a zampa… e sono gli stilisti che ripropongono negli anni lo stesso stile a classi sociali diverse, basta pensare che il jeans nacque come abbigliamento operaio e ora il jeans indossato da una donna può essere un capo molto sexy. I manifesti pubblicitari della Met, Lee, Miss Sixty tappezzano le città con donne bellissime alle quali noi donne vorremmo assomigliare e che ci fanno correre nei negozi con l’illusione che con quel jeans il nostro corpo prenderà le forme di quella modella.

GD Star Rating
loading...
Psicologia della moda, 5.0 out of 5 based on 2 ratings
Comments
3 Risposte to “Psicologia della moda”
  1. Fabio scrive:

    Buongiorno Ilenia, complimenti per l’articolo e per gli altri post, in controtendenza da tutto ciò che si trova in rete ma perfettamente rispecchiante la realtà quotidiana.
    Se le può far piacere e mi autorizza vorrei segnalare proprio questo articolo in nel nostro blog “Seduzione & Scarpe”
    Buona Giornata
    Fabio

    GD Star Rating
    loading...
  2. Antonia scrive:

    Salve Ileana. Psicologia di moda è proprio la materia con cui vorrei elaborare la mia tesi di laurea.
    Mi daresti una mano a scegliere un argomento preciso da proporre al mio relatore? Grazie
    Antonia

    GD Star Rating
    loading...
    • Ilenia scrive:

      ti consiglio innanzitutto di sciegliere un aspetto da indagare, es. rappresentazioni sociali della moda, e poi costruire un questionario, un differenziale semantico o usare il metodo delle libere associazioni e somministrare tale strumento a gruppi diversi es. giovani – adulti, per capire ad esempio come cambiano le rappresentazioni sociali delle nuove generazioni, oppure in base al titolo di studio, al genere, al reddito, all’area geografica… questo è solo un esempio.

      GD Star Rating
      loading...
Lascia un commento