Sadica sotto le lenzuola

DOMANDA:
salve
mi sono imbattuto per caso nel suo sito.
Anni fà stavo con una ragazza, lei a letto mi chiese di picchiarla. Io rimasi esterrefatto e non lo feci. Lei dopo un pò mi lasciò pensava fossi un debole. Questa cosa non me la sono mai spiegata lei che mi può dire? che avrei dovuto fare?
saluti, Luca

RISPOSTA:
Ciao Luca, ma te l’ha detto lei che ti reputa un debole o è una tua conclusione?
Tu ti senti debole? Rifletti su questa cosa.
Io credo che lei avesse voluto giocare con te e a te quel gioco non piaceva, non c’è niente di strano, non tutti abbiamo gli stessi gusti.
Se lei fosse stata innamorata di te non ti avrebbe lasciato, forse voleva un amante, ma contrariando la sua richiesta probabilmente lei si è sentita rifiutata. Se una donna chiede di essere picchiata durante un rapporto sessuale non è che voglia essere massacrata, ma sentirsi più donna, sottomessa, forse è una persona che nella vita ha tante responsabilità e nel sesso e negli affetti cerca il ruolo per cui è biologicamente portata “donna più debole” rispetto all’uomo, è un gioco che ha la funzione di riequilibrare status e identità.
Ilenia

DOMANDA:
umm
a volte potrei sentirmi un debole ma non è proprio quello che percepisco di me, a letto mi sento abbastanza tranquillo in realtà.
ma dici che una donna in carriera a letto vuole il ribaltamento dei ruoli allora?
interessante.
Luca

RISPOSTA:
Non è una regola, ma più che un fattore oggettivo è un fattore soggettivo collegato alla pulsione di sottomissione. Ovvero è la percezione di avere troppo responsabilità che può essere reale (essere in carriera) ma anche non legata al lavoro (es. avere molte responsabilità in famiglia), ed è vero anche il contrario cioè che una donna in carriera può non percepire di avere responsabilità pressanti anche se di fatto le ha.
Ilenia

GD Star Rating
loading...
Lascia un commento