Significati simbolici della morte


Difficilmente concettualizziamo la morte e la separazione se non siamo noi stessi a vivere in prima persona direttamente o indirettamente tale evento. Per morte intendo una fine o un salto nel vuoto: non sappiamo cosa c’è dopo la vita e anche se ci piace immaginare a un secondo tempo, a un cammino, di fatto non ci sono certezze e questa assenza provoca smarrimento, sconforto e paura.

La perdita di una persona cara improvvisa o attesa, per via della malattia, crea un senso di vuoto, depressione che sembra incurabile. Avere il tempo di farsi un’idea della morte trascorrendo gli ultimi momenti con la persona che ci sta lasciando crea meno sofferenza di una scomparsa improvvisa.

È importante dare un significato simbolico alla morte: il funerale ha questa funzione. La morte come momento decisivo della nostra vita: creare dei rituali propri può essere d’aiuto, con l’appoggio di una rete di persone care. La morte va rispettata e deve collocarsi in un posto preciso del nostro ricordo, non dobbiamo trascurare noi stessi e chi altri amiamo in vita.


La separazione dal corpo assume un significato diverso per chi se ne sta per andare. I malati e gli anziani che vedono il proprio corpo trasformarsi inesorabilmente (per gli anziani il processo d’invecchiamento assume soggettivamente caratteristiche e significati diversi a seconda del tipo di decadimento e della percezione soggettiva dell’impotenza).

Il malato o il vecchio depresso deve fare i conti con il cambiamento dell’immagine del proprio sé. Dare un significato alla morte presuppone di dare un senso alla vita, soprattutto ai vissuti, processo che richiede un forte coinvolgimento emotivo, non indifferente alla cultura di appartenenza. Operatori sanitari e famigliari devono accompagnare e sostenere il passaggio dalla vita alla morte fornendo al malato elementi di riflessione tenendo presente che i morenti sono consapevoli del loro stato ed è inutile nasconderglielo.
La morte è un conflitto difficile da gestire perchè noi sani affrontando il morente dobbiamo mettere in discussione il nostro sé accettando l’idea che prima o un poi anche noi dobbiamo morire, negando l’immortalità.

“Il prendersi cura” presuppone limitare l’egoismo e accettare una fine con umiltà, rispetto, e cercando di dare dignità al terminale.

GD Star Rating
loading...
Significati simbolici della morte, 4.0 out of 5 based on 2 ratings
Lascia un commento