Gli extracomunitari in Italia


Gli extracomunitari in ItaliaEssere delle persone sensibili e intelligenti significa ammettere che il nostro pensiero è veicolato dai mass media, condizionato dalla società, e che abbiamo dei limiti, che esiste un inconscio collettivo che ci condiziona e che il nostro pensiero non è poi così originale. Ma se ognuno dal profondo impara non solo ad amarsi, ma anche a riconoscere i propri limiti e ad accettare il punto di vista altrui, il diverso da noi, non necessariamente sforzandosi di capire, a volte non serve mettersi nei panni dell’altro, ma accettare il fatto che globalizzazione non deve significare omologazione e che in questo mondo così grande non possiamo condannare chi la pensa diversamente da noi e non possiamo dare per buone le verità diffuse dalla tv. L’Italia è uno dei pochi Paesi al mondo che fa vedere solo la tv nazionale, e già questo ci deve far riflettere sul quanto siamo condizionati dall’alto. Le notizie  trasmesse devono avere la caratteristica di attrarre l’attenzione, stupire e anche sconvolgere, spesso così i fatti sono caricati di emozioni, contornati di accessori e conditi di parole forti e immagini ipnotizzanti.
Esistono inoltre dei meccanismi inconsci per i quali si ricercano dei capri espiatori per spiegare situazioni spiacevoli. È ingiusto attribuire colpe alle minoranze etniche quando non si hanno dati, intendo statistiche e numeri, a cui far riferimento. Non si può giudicare e parlare per sensazioni, per sentito dire se non ci sono prove a fondamento delle ingiustizie.
I signori dell’informazione globale hanno deciso che islamismo significa terrorismo. Islamico e mussulmano sono due sinonimi per chi non lo sapesse. Ora pensare che tutti i mussulmani siano terroristi mi pare una cazzata. Eppure dentro la testa di molte persone c’è l’associazione extracomunitario = male, considerando che la maggior parte degli stranieri in Italia sono mussulmani. La verità è che noi vogliamo giudicare una religione che non conosciamo. Non è vero che il Corano parla di una Guerra  Santa, l’Islam è una religione universalista di pace, non è vero neppure che i mussulmani convivono con molte donne, nè che le donne mussulmane sono impure come dei maiali.
Gli italiani sono in balia della disinformazione e della diffamazione degli stranieri. Siamo in Europa e l’Europa ha 3 identità storiche: cristiana, ebraica e mussulmana. Queste tre religioni dette Abramitiche fanno tutte e 3 riferimento ad Abramo come capostipite, rispettano i 10 comandamenti e adorano lo stesso Dio. La maggior parte dei mussulmani come la maggior parte dei cristiani non attribuisce così tanta importanza alla religione soprattutto tra i giovani.
Dire che gli integralisti sono l’Islam sarebbe come dire che i mafiosi sono gli italiani. Gli integralisti sono lo 0.001% dei mussulmani perciò non ha senso categorizzarli in un unico gruppo per discriminarli. Considero pessimo il libro della Fallaci “La rabbia e l’orgoglio” che a mio avviso si basa su baggianate irreali e razziste, disinformativo, un libro che dovrebbe essere censurato, ma dato che la maggior parte delle persone non studia storia e ne sa poco di politica è stato un buon mezzo per veicolare il pensiero.
Trovo stupido pensare che gli stranieri siano tutti dei delinquenti. I servizi sugli schiavi del sud Italia li trasmettono di notte. Nelle campagne di Puglia e Calabria per esempio è pieno di stranieri    clandestini venuti con la speranza di un lavoro e schiavizzati senza contratto a raccogliere pomodori, di notte a dormire in case senza acqua, ne luce, ne letti per dormire e con stipendi così bassi che se anche volessero ritornare al loro Paese non avrebbero i soldi per comprare un biglietto.
Molti stranieri provengono da Paesi in guerra e l’Europa rappresenta la libertà e anche loro come noi hanno il diritto ad una vita dignitosa.. Inoltre noi italiani ci lamentiamo più degli altri europei, ma è anche vero che il nostro Paese è quello che si prende meno responsabilità nel gestire la situazione, il nostro è il Paese delle raccomandazioni, degli appalti rubati e del tutto che va a finire a puttane.
Siamo noi giovani che dobbiamo cambiare le cose e incominciare a considerarci cittadini del mondo, non restando chiusi in noi stessi, costruendo una nuova identità sovra nazionale che si basa sull’accettazione del diverso. Non è facile.

In conclusione ci sono tre nodi cruciali:
1. L’ostilità aumenta l’odio razziale
2. In Italia c’è bisogno di stranieri per la mancanza di manodopera nelle mansioni che gli italiani non vogliono o non possono ricoprire (vedi assistenza ai disabili, operai non qualificati, agricoltori, o anche esperti di lingue straniere, top manager altamente qualificati)
3. Non dobbiamo prendere per verità assoluta le informazioni le informazioni diffuse dai mass media perchè di solito a parlare di culture diverse non sono gli esponenti(rappresentanti di tali culture, ma gli italiani con i loro stereotipi, retaggi culturali, e conoscenza parziale degli argomenti di cui discutono


GD Star Rating
loading...
Gli extracomunitari in Italia, 4.5 out of 5 based on 2 ratings
Comments
2 Risposte to “Gli extracomunitari in Italia”
  1. Ivan scrive:

    Sono pienamente d’accordo con la tua analisi. Il governo attuale parla alla pancia della gente, ne amplifica le paure, strumentalizza un fatto come l’immigrazione ottenendo un aumento dell’attenzione su un problema evitando di parlare di problemi ben più grandi che affliggono il nostro paese.
    L’immigrazione è uno dei “problemi”, ma prima di questo ce ne sarebbero decine da affrontare. Non voglio fare il buonista, il problema è reale, ma se lo Stato fosse composto da persone oneste, con tutti i soldi non rubati si potrebbe gestire l’immigrazione in modo efficiente ma soprattutto umano!
    La contrapposizione fra religioni poi è uno strumento in più per radicare lo scontro e portarlo ad un livello di incompatibilità percepita che da adito al sempreverde: “hanno una cultura diversa, non possono integrarsi”.

    Forse con uno Stato sano, un senso civico maggiore e un rispetto della Costituzione che attualmente latita potremmo vivere serenamente fra culture cosiddette diverse, per scoprire che alla fine siamo solo esseri umani.

    GD Star Rating
    loading...
  2. Alice scrive:

    Mi complimento con te e le tue parole.
    Ho trovato il tuo scritto per cercare alcune informazioni e considerazioni per una tesina scolastica.
    Davvero, grandi complimenti, sei una persona capace di dire quel che pensa, motivandolo.
    Un saluto

    GD Star Rating
    loading...
Lascia un commento